di


All’EPHJ di Losanna presentata un rivoluzionario apparecchio per il controllo di qualità

Si è chiusa la fiera JCK a Las Vegas e, in attesa di conoscere dati ufficiali e resoconti della presenza italiana in Nevada, si tirano le somme per un altro evento del comparto, dedicato all’orologeria, l’EPHJ – (Environnement Professionel Horlogerie Joaillerie, svoltosi in contemporanea all’EPMT Environnement Professionel Microtechnologies), che si è tenuto dal 24 al 27 maggio scorso a Losanna.

Raggiunti i 600 espositori, di cui circa il 20% provenienti dall’estero (rappresentanti di tutti i livelli della filiera oltre a imprese di formazione, consulenza e servizi del settore) e cifre record per i visitatori, circa 11mila. Dalla sua creazione nel 2002, la fiera, oggi al decimo anniversario, ha continuato ad espandersi, essendo l’unico evento di settore che presta particolare attenzione all’industria dell’alta precisione e delle microtecnologie.

Presentata in anteprima mondiale un’apparecchiatura progettata dal Politecnico di Losanna e dall’Università di Savoie in grado di far avanzare le tecniche del controllo di qualità, risolvendo il problema di coerenza e ponendosi come rivoluzione nel mondo dell’orologeria e non solo.

“Il nostro dispositivo è in grado di misurare se l’esperto fornisce valutazioni che si mantengono costanti nel tempo nell’identificazione di microanomalie – ha spiegato il professor Jacques Jacot, capo del progetto condotto nell’ambito del Laboratorio di produzione microtecnica (LPM) dell’EPFL -. La macchina ha la forma di una piccola torre, con una fotocamera ed una gamma di LED regolabili per l’illuminazione”. La sua struttura “estetica” (visibile nell’immagine a sinistra) non è definitiva, ma si prospetta una grande novità per il settore.

“Il numero degli espositori dell’evento fieristico è aumentato in maniera significativa – spiega Olivier Saenger, uno dei fondatori dell’evento EPHJ -. Allo stesso modo, sono cresciuti anche i dati di affluenza. È segno dell’enorme successo del nostro evento, cresciuto nel corso degli ultimi 10 anni”. Più della metà degli espositori ha già espresso l’intenzione di partecipare alla prossima edizione, che si terrà al Palaexpo di Ginevra dal 5 all’8 giugno 2012.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *