di


Al Tarì convegno sull’educazione all’imprenditorialità

Domani 8 giugno incontro organizzato dal Consorzio Asi Caserta sul ruolo della scuola: interverrà anche il presidente del centro orafo Giannotti

Tarì_convegno-min-1

Domani, giovedì 8 giugno alle 14.30, convegno “L’educazione all’imprenditorialità: il ruolo della scuola”, organizzato dal Consorzio Asi Caserta al Tarì. Una scelta non casuale, quella del centro orafo di Marcianise, come ha precisato la presidente del consorzio Raffaela Pignetti, in virtù della presenza, al suo interno, di Tarì Design School, esempio delle potenzialità derivanti da una corretta impostazione del rapporto tra istituti della formazione e mondo del lavoro e della imprenditorialità. L’iniziativa punta a mettere in risalto un fattore che nel prossimo futuro sarà sempre più decisivo nel panorama economico e sociale dei paesi avanzati e che in Italia, più che altrove, sconta gravi ritardi.

Interverranno, oltre alla presidente di Asi Caserta, Raffaela Pignetti, il presidente del Tarì, Vincenzo Giannotti, il Vicepresidente di Confindustria Caserta, Clemente Cillo, il dirigente scolastico del Liceo Quercia di Marcianise, Diamante Marotta, la docente dell’Istituto comprensivo di Cesa, Carolina Levita, i sindaci di Marcianise, Antonello Velardi, e di Cesa, Enzo Guida. Partecipa l’Assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche Sociali, Lucia Fortini, modera il giornalista Francesco Bellofatto.

Vincenzo Giannotti-min-1“Sono molto lieto di accogliere al Tarì questo importante occasione di aggiornamento e di confronto – dichiara Vincenzo Giannotti -. Da sempre la Formazione dei giovani è nel DNA del nostro Centro Orafo, e costituisce sempre più un passaggio obbligato nel percorso di crescita dei nostri imprenditori, alle prese con le grandi sfide dell’economia internazionale”.

“È opinione comune – sottolinea Raffaela Pignetti – che l’assenza di reciprocità tra scuola e mondo economico-produttivo costituisca una delle più importanti criticità del nostro sistema paese, destinata ad incidere sempre più negativamente sul futuro dei nostri giovani e della nostra economia. Contribuire a determinare possibili inversioni di tendenza su questo versante, credo rientri ampiamente nei compiti istituzionali del Consorzio Asi, quale ente promotore dello sviluppo industriale”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *