di


Al MOCA di Shanghai “Timeless Beauty”, una retrospettiva dedicata alla Van Cleef & Arpels

Radiant Minaudiere, 1934

È nata nel 1895 la Van Cleef & Arpels, e la sua prima boutique fu inaugurata al 22 di Place Vendome, nel cuore del lusso parigino diventata il punto di riferimento di una clientela importante e molto esigente: nobili, principi, re e star di Holliwood tra cui il Principe Aga Khan, la Regina Sirikit di Tailandia, Maharaja indiani, la Principessa Fawzia d’Egitto, l’Imperatrice iraniana Farah Diba, il Duca e la Duchessa di Windsor, Grace Kelly, Jacqueline Kennedy Onassis, Marlene Dietrich, Ava Gardner, Elizabeth Taylor, Romy Scheneider, Sophia Loren, Maria Callas e tra gli ultimi Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto di Monaco per il quale ha creato la parure Océan, un diadema in oro bianco tempestato di diamanti e zaffiri trasformabile in collier, offerta a Sua Altezza Serenissima la Principessa Charlene in occasione del loro matrimonio.

Un pubblico di ammiratori affascinati dalle sue creazioni, dall’eleganza, dalle tecniche, e dalla femminilità che i suoi gioielli custodiscono. Famosissimi la pochette Minaudière, la tecnica d’incastonatura del Serti Mystérieux, dove il metallo scompare sotto le pietre preziose, il gioiello trasformabile Passe Partout o il collier Zip ispirato, lo dice il nome, alla cerniera lampo.

A queste creazioni di tale eccellenze ed eleganza, che vantano la presenza in Europa, CIS, Stati Uniti, Brasile, Medio Oriente e Asia grazie ad una rete di 92 boutique di cui 3 Maison a Parigi (Place Vendome), a New York (Fifth Avenue) e a Hong Kong (Prince’s Building), è stata dedicata l’esposizione “Timeless Beauty” al Moca di Shangai, luogo di riferimento per l’arte contemporanea e la creatività eretto nel Parco del Popolo di Shanghai), patrocinata dall’ex Primo Ministro Francese e Vice Presidente del Senato Jean-Pierre Raffarin. Dal 20 maggio al 15 luglio 2012 la retrospettiva “Van Cleef & Arpels, Timeless Beauty” racconterà oltre 100 anni della storia della Maison tra orologi, gioielli, accessori moda, oggetti d’arte ma anche documenti d’archivio e disegni.

Per celebrare la retrospettiva “Timeless Beauty”, Van Cleef & Arpels ha creato una collezione ricorrendo all’iconica Alhambra, un sautoir in oro rosa e cornalina in edizione limitata a 100 esemplari; ad esso si possono abbinare gli orecchini Sweet Alhambra, anch’essi in oro rosa e cornalina. I gioielli saranno presentati  in Cina nella boutique Van Cleef & Arpels, mentre solo nella boutique del Moca Shangai saranno venduti  due bracciali Byzantine Alhambra in oro rosa e cordoncino in seta color prugna o in oro bianco e cordoncino in seta grigio.

Oltre 370 esemplari, per la prima volta in Cina, provenienti dalla collezione Van Cleef & Arpels, ma anche da grandi collezioni private internazionali, oltre che francesi.

La scenografia porta la firma di Patrick Jouin e Sanjit Manku che su 1200 metri quadrati hanno esposto le preziose opere su due livelli, ma divisi in quattro settori tematici: Esotismo, Natura, Eleganza, Femminilità.

La mostra sarà accompagnata da un libro, edito dalle Editions Xavier Barral in inglese e in cinese, che conterrà oltre 200 immagini delle creazioni Van Cleef & Arpels, realizzate da Patrick Gries, fotografo di spicco nel panorama della fotografia contemporanea. Il libro sarà in vendita al MOCA di Shanghai e nelle librerie specializzate di tutto il mondo.

La Principessa Grace di Monaco
clip Pastilles, 1951
Collier Zip, 1951


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *