di


A/dornment e BLoft insieme per il gioiello contemporaneo

Valorizzare il gioiello contemporaneo e farlo conoscere a un pubblico sempre più vasto è nel progetto che si rinnova nella collaborazione tra A/dornment, Bloft e Gumdesign che in occasione della Milano Design Week 2017, ancora una volta sostengono la creatività e il design indipendente. La selezione, che ha focalizzato il tema dei volumi come sfida dello spazio, ha portato in primo piano i lavori di: Susanna Baldacci che intende il gioiello come espressione di un pensiero, allontanandosi dalla mera funzione decorativa

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Susanna Baldacci

di Tal Efraim che rende tangibili le connessioni tra le cose attraverso semplici dettagli

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Tal Efraim

di Aviv Kinel che si ispira alla natura per i suoi gioielli etnici che combinano la tradizione dell’argentiere con la tessitura manuale dei fili di cotone

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Aviv Kinel

di Ria Lins che punta alla plasticità armonizzando il gioiello al movimento del corpo

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Ria Lins

di Letizia Maggio che predilige forme stilizzate e minimali in argento ossidato per esprimere il passaggio del tempo, anche attraverso l’incompiutezza delle finiture

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Letizia Maggio

di Rie Makino che prende ispirazione dall’estetica e dalla cultura giapponese esplorando le qualità della pelle con il metodo Furoshiki secondo il quale chi indossa tende a modificarne la forma

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Rie Makino

di Paola Mirai che ha creato una nuova materia leggera e trasparente: l’OROTRASPARENTE, quando non ricorre a rottami high tech, detriti e rifiuti tecnologici

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Paola Mirai

di Maria Eugenia Muñoz che si è ispirata al Delirium Tremens per la collezione Delirium Tremensdoscopicos, con giocosi ciondoli-caleidoscopi che moltiplicano il volume della realtà

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Maria Eugenia Munoz

di Izabella Petrut per la quale il lato oscuro della vita è il tempo che scorre nelle forme catturate dalla realtà

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Izabella Petrut

di Giulia Savino che con il lavoro 1:20.000 ha realizzato una raccolta di mappe, una collezione di città in forma di gioielli

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Giulia Savino

di Stenia Scarselli che con i tasti in ebano di un irrecuperabile pianoforte ha realizzato la serie di gioielli “Per piano solo”

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Stenia Scarselli

di Nicole Schuster che fa una metafora del lavoro dell’artista che riflette sulla vita, la morte, la sopravvivenza, attraverso il gruppo di anelli “Transition”

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Nicole Schuster

di Zeta Tsermou che concepisce il gioiello quale scultura indossabile creando forme geometriche o le caotiche forme organiche e naturali

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Zeta Tsermou

di Anne-Sophie Vallée che crea gioielli e oggetti correlati al corpo lavorando intorno al concetto di gioco come un invito a rileggere il nostro rapporto con gli altri e con l’ambiente

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Anne Sophie Vallee

e di Wing-Han Wong che sfida lo sguardo attraverso l’illusione prospettica dell’intreccio dei fili.

A/dornment e BLoft per il gioiello contemporanea a milano design week
Wong Wing-Han

Dal 4 al 9 aprile 2017 a Casa dello Zecchiere a Milano.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *