di


Addio Karl

Lagerfeld, un uomo che ha lasciato il segno

Creare uno stile è possibile, renderlo indipendente, immune dalle mode, è tutto un altro paio di maniche. L’ideale femminile di Karl Otto Lagerfeld,  direttore creativo di Chanel e di Fendi (ma i marchi con cui ha collaborato sono davvero tanti) era l’ideale delle donne che rincorrono il sogno di una vita “spettacolare”, per questo lo hanno definito geniale, l’aggettivo che meglio riassume la firma di un artista che odiava la normalità, di un uomo capace di superare prima di tutto se stesso.

Se ne è andato a 85 anni, poco prima del via della Milano fashion week, lasciando in eredità – a chi sa coglierli – intelligenza, coraggio, ironia ed eleganza, doti indispensabili per distinguersi dalla massa. E ci piace ricordarlo impeccabile come sempre dietro quegli occhiali scuri a contrasto con la candida chioma raccolta in una curata queue de cheval e mise retrò proiettate nel futuro più remoto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale