di


Abercrombie & Fitch, crollano gli utili. A breve una strategia multi-marca

I prodotti della società di moda per ragazzi saranno venduti anche in altri negozi e negli store del brand si potranno acquistare altri marchi

Crollo consistente per gli utili di Abercrombie & Fitch: nel quarto trimestre del 2013 sono scesi del 58%, a quota 66,1 milioni di dollari, in calo da 157,2 milioni registrati nello stesso periodo del 2012. Per quanto riguarda l’intero esercizio (chiuso il primo febbraio), i profitti netti sono crollati del 77% a 54,6 milioni di dollari dai 237 milioni dell’anno precedente.

Annunciato da Mike Jeffries, amministratore delegato della società da 22 anni, un cambio di rotta da portare avanti a breve sul piano della distribuzione: i prodotti con il marchio dell’alce saranno venduti anche fuori dai negozi monomarca e all’interno degli store Abercrombie sarà possibile trovare anche altri brand.

Il consiglio di amministrazione del colosso dell’abbigliamento casual per ragazzi ha approvato un piano di riacquisto di azioni proprie da 150 milioni di dollari, da mettere in atto nel primo trimestre. Per l’anno fiscale 2014 la società si aspetta risparmi per almeno 175 milioni grazie al taglio dei costi. La società ha annunciato tra l’altro che Jeffries non continuerà a mantenere anche la carica di presidente: il nuovo vicepresidente non esecutivo sarà Arthur Martinez.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *