di


A Torre del Greco un focus su nichel, nuove norme e tutela del consumatore

Domani il seminario organizzato da Assocoral. Il presidente Mazza: “Problema serio per le imprese artigiane”

Focus sul nichel e le nuove soglie domani (mercoledì 8 maggio) a Torre del Greco. Nella Sala Conferenze del Circolo Nautico (Spiaggia del fronte 40) l’Assocoral, in collaborazione con Confindustria Federorafi, ha organizzato un incontro di approfondimento sulla nuova normativa entrata in vigore lo scorso primo aprile, la Norma EN 1811:2011. Ad aprire i lavori, alle 17, il neo presidente dell’Associazione Nazionale Produttori di Corallo, Cammei e Materie Affini Tommaso Mazzaeletto a capo del nuovo consiglio direttivo un mese fa.

Numerosi gli aspetti che verranno trattati: dai problemi e le prospettive del settore orafo alla luce della normativa all’impatto della normazione tecnica nel settore gioielleria, dalla tutela del consumatore ai metodi di controllo. La nuova norma infatti incide in modo sostanziale sulle scorte di magazzino, sia a livello di produzione, sia a livello di commercio: la questione riguarda in particolar modo l’oro bianco, e la soluzione di sostituirlo con materiali come il palladio non è praticabile per la maggior parte delle aziende.

Il seminario prende il via con l’intervento di Stefano de Pascale, Direttore Confindustria Federorafi, incentrato sui problemi e le prospettive per il settore orafo e “l’impatto della normazione tecnica nel settore gioielleria : il caso nichel”. Gli aspetti tecnici – nuovi limiti di cessione e variabili che ne influenzano il rilascio – saranno i temi affrontati da Damiano Zito, Consigliere Delegato Federorafi R&I e Normazione.

Quanto influisce la nuova normativa sul consumatore e sulla sua tutela sarà l’argomento al centro del contributo di Silvana Iovieno, Ispettore Metrico Camera Commercio di Napoli che interverrà su metodi di controllo e organi competenti. I metodi di prova e la certificazione dei campioni saranno invece l’oggetto dell’intervento di Francesco Paolo Serpe, Dottore in chimica.

Infine, l’avvocato penalista Francesco Maria Morelli affronterà gli aspetti giuridici relativi a sanzioni e responsabilità contemplate dal testo di legge. La partecipazione all’incontro organizzato da Assocoral è libera e per pre-iscriversi al seminario c’è tempo fino a domani, 7 maggio.

 “Ascoltando esperti in materia e confrontandosi con altre esperienze – spiega il presidente Mazza (nella foto a sinistra) – ci auguriamo di far luce su questa normativa che in questo momento rappresenta un’altra problematica seria da affrontare, se non altro per l’aggravio dei costi di produzione e per la poca e poco chiara informazione al riguardo. La nostra filiera produttiva annovera la presenza di molte imprese artigiane che spesso, per la loro dimensione e per come sono strutturate non hanno i mezzi per affrontare nel miglior modo possibile queste situazione. A tale scopo vogliamo promuovere questo tipo di incontri a tema per dare sostegno ai nostri associati e non. Si tratta – prosegue Tommaso Mazza – solo del primo appuntamento, in futuro focalizzeremo la nostra attenzione sul commercio con l’estero, con approfondimenti sui diversi Paesi per fornire agli addetti ai lavori un quadro completo sull’attuale situazione dei mercati di riferimento”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *