di


A Torino alla scoperta di giovani talenti con l’“ENRICO CIRIO TALENT AWARD”

Portale, spilla

 

Il 4 maggio 2012 è stata una data importante per la Maison Cirio, creatrice di importanti gioielli per importanti personaggi.

Venerdì scorso, infatti, è stato dato il via online al ciriomuseum.com, una esposizione virtuale, suddivisa per aree tematiche, che ruota intorno al grande artista artigiano Enrico Cirio -antesignano dell’impiego di materiali poveri uniti a quelli più nobili e preziosissimi, ed appassionato di meccanica e di forma-, ed alla bellezza delle opere che il grande maestro torinese ha fermato in architetture preziose, ognuna delle quali custode di una vita e di una passione fuori dal comune. Ma il 4 maggio è stato anche il lancio del primo concorso internazionale, l’“Enrico Cirio Talent Award”, che va alla scoperta di nuovi talenti e perciò rivolto ai giovani designer under 30. Il concorso è promosso da Cirio Maison e partecipato dallo IED di Torino, dalla Scuola Orafa E. G. Ghirardi, anch’essa di Torino, e dal Laboratorio di Analisi Gemmologiche R.A.G..

Si prende parte al Concorso progettando un gioiello, ispirandosi ai lavori del maestro, che sappia evidenziare la materia anche attraverso movimenti meccanici.

Le categorie sono due:

CATEGORIA YOUNG, per la quale è in premio una borsa di studio per frequentare il corso triennale post-diploma in Design del Gioiello e dell’Accessorio organizzato da IED Torino.

CATEGORIA DESIGNER, che darà al primo classificato il “Portale”, gioiello in oro della collezione originale del maestro Enrico Cirio, scomparso lo scorso 2007; dal secondo al decimo posto i vincitori riceveranno un attestato di partecipazione con menzione di qualità.

Sarà una giuria qualificata a valutare i progetti pervenuti tenendo conto dell’originalità, del grado di innovazione, della vestibilità, della rispondenza al tema del Concorso e dell’eventuale riproducibilità industriale del progetto.

Per informazioni www.ciriomuseum.com o scrivere a concorso@ciriomuseum.com

 

 

 

 

 

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *