di


A settembre la 66esima edizione della BGJF

Cina: un grande potenziale per il settore delle pietre colorate thailandesi e dei gioielli in argento

Jeeranun Hirunyasumlith, Commercial Consul, Royal Thai Consulate General, a Shanghai, si dice ottimista perché la situazione COVID-19 in Cina si sta lentamente risolvendo, ragion per cui diverse aziende, anche quelle attive nel settore delle gemme e dei gioielli (la Cina è il secondo mercato al mondo per la gioielleria dopo gli Stati Uniti) stanno gradualmente riaprendo ed i negozi registrano un ritorno di pubblico sempre più cospicuo, quasi come prima dell’epidemia.

L’oro rimane la forma di gioielleria più popolare tra i consumatori cinesi (la maggior parte di quello con un elevato potere d’acquisto vive in grandi città come Pechino, Shanghai, Shenzhen e Guangzhou) in quanto facilmente convertibile in denaro, e va sottolineato che i prodotti dal design delicato sono sempre più apprezzati dai giovani cinesi.

Secondo il China Luxury Report 2019, le vendite di gemme e gioielli cinesi hanno raggiunto 585 miliardi di yuan nel 2018. I tre principali gruppi di consumatori erano: quelli nati negli anni ’80 (54%), quelli nati tra il ‘65 e il ‘79 (24%), e quelli nati negli anni ’90 (22%). Ogni generazione riflette un gusto diverso nei gioielli. I nati negli anni ’60 e ’70 attribuiscono grande importanza ai marchi, mentre circa la metà dei nati negli anni ’90 vuole provare nuovi marchi, purché i prodotti presentino un design accattivante e rappresentino un ottimo rapporto qualità-prezzo. Ma una ricerca del Ministero del Commercio thailandese ha stimato che il valore delle esportazioni di gemme e di gioielli in Cina, da gennaio a marzo 2020, è stato di 22,9 milioni di dollari con un calo dell’80% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (per i gioielli in argento pari a 20,4 milioni di dollari, ovvero, un calo del 61%).

Per Jeeranun Hirunyasumlith è fondamentale la comprensione dei mercati e le esigenze dei consumatori, nonché la scelta delle giuste strategie di marketing che restano fattori significativi nel determinare l’espansione del business di successo nel mercato della gioielleria cinese.

Le pietre colorate, in particolare rubini e zaffiri, sono molto popolari tra alcuni gruppi di persone nel mercato della gioielleria in Cina grazie al loro design delicato, resistenza e unicità. Nel frattempo, i prodotti di gioielleria in argento con design moderno stanno diventando tra i regali più popolari tra i cinesi.” Ha dichiarato Jeeranun Hirunyasumlith, che ha anche aggiunto che “A seguito dell’epidemia di COVID-19, i consumatori cinesi sono più cauti nelle loro spese. Questo rappresenta un’ulteriore sfida per gli imprenditori thailandesi quest’anno.”

Uno degli strumenti di marketing fondamentali per valorizzare i punti di forza delle gemme e dell’industria dei gioielli della Thailandia è la Bangkok Gems & Jewelry Fair (BGJF), organizzata dal Dipartimento per la Promozione del Commercio internazionale, DITP, perché riconosciuta come un’importante piattaforma di trading internazionale che riunisce player della gioielleria locale e straniera ed offre al contempo nuove opportunità di incontro agli imprenditori. Il prossimo appuntamento per la 66esima edizione della BGJF si terrà dal 7 all’11 settembre 2020, all’IMPACT Muang Thong Thani di Bangkok, Thailandia.

bkkgems.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *