di


A Salerno le vetrine celebrano corallo e cammeo

Fino a domani è possibile aderire all’iniziativa lanciata da Federpreziosi Salerno in collaborazione con Assocoral: dal 22 al 28 maggio insieme per promuovere l’antica arte torrese

Federpreziosi_assocoral_LocandinaSetimanaCoralloeCammeo

Cinquantasei aziende produttrici, 16 gioiellerie (ma c’è ancora tempo, fino a domani, per aderire), 60 vetrine e 16 capolavori in mostra: sono questi i numeri della Settimana del Corallo e del Cammeo, iniziativa lanciata da Federpreziosi Salerno con la partecipazione di Assocoral come Partner esclusivo, che si terrà dal 22 al 28 maggio nelle gioiellerie della provincia campana. Il format – di cui Preziosa magazine è media partner – mira a promuovere sul territorio provinciale iniziative a sostegno della candidatura della “Lavorazione del Corallo e del Cammeo di Torre del Greco a Patrimonio Immateriale dell’Umanità”.

La conferenza stampa di presentazione si terrà giovedì 18 maggio presso la Sala della Giunta, all’interno del palazzo del Comune di Salerno. Il progetto ha previsto anche l’allestimento della mostra fotografica (che ha già fatto il giro del mondo)  Seduzione senza tempo, il corallo tra memoria e modernità dedicata da Assocoral alla lavorazione dei due materiali preziosi: l’esposizione, il cui allestimento è a cura dell’architetto Roberto Monte, sarà protagonista dal 25 al 28 maggio a Palazzo Genovese, centro storico di Salerno.

Federpreziosi_assocoral_MostraCorallo

L’iconografia del corallo attraversa secoli di pittura e di arte applicata in capolavori indiscussi, esprimendo temi spirituali e artistici d’innegabile pregio, ribadendo l’importanza di tale materia prima che ha valicato l’ambito mediterraneo per assumere un riconoscimento universale. La mostra, attraverso l’esposizione di 20 immagini, propone un percorso di narrazione visiva che pone a confronto l’iconografia storico artistica riferita al corallo con le interpretazioni delle manifatture orafe contemporanee e le applicazioni di codesto materiale nell’ambito dell’haute couture, a dimostrazione di come il well done degli stilisti e orafi italiani scaturisca dalla costante osmosi tra patrimonio artistico ereditato, nel tempo le sollecitazioni grafiche ed etnografiche, che hanno influenzato il processo di sintesi creativa.

Venerdì 26 maggio, nel Palazzo che ospita la mostra, gli allievi dell’Istituto d’Arte Francesco Degni di Torre del Greco eseguiranno una dimostrazione delle tecniche di lavorazione del corallo e del cammeo, mentre sabato 27 maggio, sempre a Palazzo Genovese, ci sarà un’esibizione musicale a cura del Liceo Artistico “Alberto Galizia”di Nocera Inferiore.

Per tutta la durata della settimana è prevista l’esposizione di capolavori unici in corallo e cammeo all’interno delle gioiellerie della Provincia di Salerno che hanno aderito all’iniziativa, creando, di fatto, una mostra itinerante. Ogni gioielleria, inoltre, che riceverà un kit dedicato al progetto, organizzerà all’interno del proprio punto vendita iniziative ed eventi.

FEDERPREZIOSI SALERNO


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *