di


A New York business per 30 imprese orafe italiane

Oggi secondo e ultimo giorno di “OROAREZZO New York Trade Show”: nella Grande Mela un workshop B2B per promuovere scambi commerciali mirati

Millenium_New York_Hotel_Exterior_BSB_R-min
Il Millennium Broadway Hotel in Times Square a New York

Si chiude oggi la 15esima edizione di “OROAREZZO New York Trade Show“,  l’appuntamento oltreoceano del gioiello Made in Italy di Oroarezzo, manifestazione organizzata, da quest’anno, da Italian Exhibition Group: è iniziato ieri nella Grande Mela il workshop B2B di due giorni nel Millennium Broadway Hotel in Times Square, nel cuore del Jewelry District di New York City, con oltre 30 selezionate aziende di gioielleria e oreficeria dei distretti orafi di Arezzo e Vicenza.

Un’occasione per promuovere e supportare scambi commerciali, oltre che per incentivare il networking e lo scouting negli Stati Uniti, attraverso l’incontro con nuovi clienti e grazie al rafforzamento dei rapporti con quelli consolidati. Per gli addetti ai lavori – buyer, grossisti, catene di negozi e network tv commerciali provenienti da tutti gli Stati Uniti, ma anche dal Canada– “OROAREZZO New York Trade Show” è un punto di riferimento per avere una panoramica sulle aziende orafo-gioielliere del Made in Italy e per conoscere le tendenze delle ultime collezioni.

Il Nord America è tornato a essere uno dei mercati chiave per il gioiello italiano: in particolare, negli Stati Uniti si evidenzia un trend di crescita con un incremento dell’11% rispetto al 2016. Il consolidamento si è avuto a partire dal 2014, con il dollaro ai massimi, l’oro ai minimi e la ricerca da parte dei buyers americani di prodotti con alta componente di design. Il calo dell’Euro rispetto al Dollaro, crea un contesto economico molto favorevole per l’esportazione dell’oreficeria italiana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *