di


A Milano la mostra monografica “ALFREDO RAVASCO. PRINCIPE DEGLI ORAFI”

Centrotavola con pesci, 1930-35 circa,   lapislazzuli agata e corallo. Ph. Paolo Manusardi
Centrotavola con pesci, 1930-35 circa, lapislazzuli agata e corallo. Ph. Paolo Manusardi

Coppe, scatole, bomboniere, soprammobili e sontuosi centrotavola, tutti ornati con gemme preziose, coralli e perle, sono il fulcro dell’opera di Alfredo Ravasco, uno dei più importanti e innovativi maestri orafi del XX secolo a cui il FAI – Fondo Ambiente Italiano ha dedicato la mostra “ALFREDO RAVASCO. PRINCIPE DEGLI ORAFI”, perché, come ha sottolineato la curatrice, Paola Venturelli, “Nessuno meglio di Alfredo Ravasco concretizza lo spirito innovatore che distinse le arti milanesi durante la prima metà del Novecento”

Sarà allestita a Milano, a Villa Necchi Campiglio dal 14 ottobre al 6 gennaio 2016, con oltre novanta opere, tra oggetti d’arredo e di arte sacra e devozionale, per la maggior parte inedite e di provenienza privata, accompagnate da disegni, bozzetti, fotografie e documenti storici.

Trittico con razza e polpi, base in malachite e animali in smalto - Civiche Raccolte d’Arte Applicata - Castello Sforzesco - Milano
Trittico con razza e polpi, base in malachite e animali in smalto – Civiche Raccolte d’Arte Applicata – Castello Sforzesco – Milano
Porta profumo in gres e perle, 1923 - Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
Porta profumo in gres e perle, 1923 – Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *