di


A marzo Ice vola a Hong Kong, tra gli eventi la mostra Assocoral

L’Agenzia per l’internazionalizzazione delle imprese italiane sarà presente alla rassegna anche con due collettive per un totale di circa 2mila metri quadrati

Ice a HK

Si fa sempre più ampio e articolato il sostegno dell’Agenzia Ice al settore della gioielleria. Domani si conclude la missione organizzata a Arezzo con Richline Group per stimolare i rapporti con la grande distribuzione americana, ma l’Agenzia per l’internazionalizzazione delle imprese italiane all’estero è già al lavoro per organizzare la presenza alla fiera della gioielleria di Hong Kong del prossimo marzo.

Si tratta di una iniziativa multipla, ramificata in tre direzioni principali: la collettiva all’Hong Kong International Jewellery Show, che si terrà dal 3 al 7 marzo 2016 presso il Convention and Exhibition Centre di Wanchai; la collettiva all’Hong Kong International Diamond, Gem & Pearl Show (dal 1° al 5 marzo presso l’AsiaWorld Expo) e un terzo evento che prevede il sostegno alla mostra di Assocoral “Seduzioni senza tempo, Il Corallo tra memoria e modernità”, cui ICE aveva già concesso il patrocinio dell’ICE e che, reduce dalla rappresentazione a Vicenza e nel Museo del Gioiello, sarà aperta ad Hong Kong nell’area del CEC Wanchai.

Assocoral_Mantegna (2)

(Una delle immagini della mostra organizzata da Assocoral)

La mostra sarà corredata da un seminario, sempre a Wanchai, sulla storia, i trend e sviluppo della lavorazione del corallo a Torre del Greco, tracciando un filo di collegamento con l’Asia di ieri e di oggi, sia sotto il profilo storico che commerciale; e una conferenza all’AWE, venue particolarmente dedicata a tecnici e professionisti del settore, incentrata sulla sostenibilità del corallo e della sua produzione a livello internazionale con la collaborazione di Cibjo.

“Nel novembre 2014 ci è stato presentato il progetto della Mostra iconografica ‘Seduzione senza tempo’, organizzata e promossa dall’Assocoral e dal Comune di Torre del Greco, e dedicata alla bellezza del corallo e del cammeo, attraverso un percorso di immagini dall’antico al moderno – spiega Daniela Cosentini, dell’Ufficio ICE per i beni di consumo e prodotti per la persona -. Si trattava di quaranta immagini a specchio, di alto significato tematico e di alta qualità grafica; la mostra avrebbe poi partecipato alla Fiera Vicenzaoro winter 2015, con il patrocinio della stessa Fiera di Vicenza. Da qui la pronta considerazione, da parte ICE, dell’interesse per la tematica e per i contenuti che evidenziano la lavorazione specifica del prodotto e l’immagine storica e culturale del corallo e del cammeo, patrimonio ed eccellenza italiane riconosciute nel mondo. Contestualmente si è fatta strada l’opportunità di portare tale mostra come iniziativa di comunicazione a supporto della partecipazione italiana alla prossima fiera di Hong Kong, edizione marzo 2016, occasione che abbiamo colto corredando la manifestazione di seminari specifici sui materiali e prodotti di pregio del territorio torrese”.

 “Siamo onorati di aver ricevuto il sostegno dell’Ice – commenta Tommaso Mazza, presidente di Assocoral alla mostra da noi ideata, protagonista di numerose tappe in giro per il mondo e ora pronta a partire per Hong Kong. Il progetto che stiamo portando avanti da oltre un anno raggiunge così un nuovo traguardo”.   

Così è nato il sostegno del Piano Export Sud, dedicato alle Regioni della Convergenza, a questo progetto. La presenza di Ice alla fiera di Hong Kong sarà dunque massiccia. Pur se ancora lontani dalle date di svolgimento, ferve l’organizzazione degli eventi a cura ICE: l’adesione italiana ai padiglioni di Wanchai e dell’AWE si attesta ancor più del solito su livelli record e supera ampiamente le 200 imprese, mostrando come le potenzialità del mercato siano percepite diffusamente dai nostri produttori.

Alla “Hong Kong International Jewellery Show” la superficie espositiva che occuperà la partecipazione italiana in Collettiva ICE sarà di circa 1.500 metri quadrati, nonché un Centro Servizi Assistenza ed Informazione ICE a disposizione dei partecipanti italiani e degli operatori commerciali esteri. All’Asia World Expo, dove si svolgerà il principale appuntamento asiatico per pietre e materiali grezzi smontati, compresi diamanti, perle, pietre preziose e semipreziose, l’Ice sta organizzando una collettiva – su una superficie espositiva di circa 420 mq – dedicata alle aziende delle Regioni della Convergenza.

Obiettivo primario dell’intervento promozionale è favorire i contatti e le possibilità di business (vendite, accordi di collaborazione e distribuzione) tra gli operatori dell’area asiatica e le aziende italiane delle Regioni target del Piano, con particolare attenzione al corallo e al cammeo, segmenti di eccellenza delle aziende del Meridione. L’iniziativa infatti fa parte del Piano Export Sud, strutturato a sostegno delle 4 Regioni della Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e rientra nelle misure previste dal Piano di Azione per la Coesione (PAC).

Assocoral_Sarli (2)

(Le contaminazioni moda-corallo esplorate dalla mostra di Assocoral, che si appresta a volare a Hong Kong)

Più in generale il Piano Sud definisce un programma pluriennale di sostegno alla promozione dei prodotti e servizi sui mercati internazionali delle imprese delle Regioni Calabria, Sicilia, Puglia, Campania, ed è gestito e coordinato dall’ICE-Agenzia in collaborazione con gli enti territoriali e i sistemi industriali locali. Hong Kong, in questo contesto, rappresenta un mercato chiave, storicamente punto di collegamento tra la Cina ed il resto del mondo, diventando un centro mondiale per il commercio, le transazioni finanziarie e i sistemi di comunicazione.  L’economia di Hong Kong sta confermando il suo dinamismo e solidità e, nonostante la contrazione della domanda dell’Europa e la debolezza dell’economia americana, il PIL di Hong Kong cresce e la sua economia reiteratamente si afferma come “la più libera del mondo”.

Hong Kong è leader mondiale nella produzione e nel consumo di oggetti d’oro massiccio e uno dei leader mondiali per quanto riguarda i gioielli di giada. In particolare, il settore è composto principalmente da gioielleria e bigiotteria. In termini di produzione e commercio, la gioielleria è di gran lunga la più importante. I produttori di Hong Kong, specializzati in gioielli contemporanei spesso abbinati con diamanti, pietre dure, semi preziose e perle, sono considerati tra i migliori del mondo, superiori in maestria a produttori di altri paesi del sud est asiatico, tuttavia inferiori ai produttori italiani e giapponesi.

Nel periodo gennaio-giugno 2015 le esportazioni italiane sono aumentate di oltre il 15% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, ribadendo un trend in crescita esponenziale da anni e confermando Hong Kong al terzo posto nella graduatoria dei mercati di sbocco per il gioiello italiano. Dal punto di vista dei materiali, il platino rimane il metallo preferito, mentre sta crescendo l’interesse verso la gioielleria con pietre colorate. È in aumento anche la domanda di gioielli in oro con un accento verso l’oggetto di design originale.

Ecco dunque che l’iniziativa promozionale organizzata dall’ICE mira prioritariamente a promuovere sui mercati esteri, segnatamente asiatici, l’immagine del gioiello italiano, emblema di creatività, spirito estetico, competenza nell’innovazione tecnologica. L’ampia diffusione dell’offerta italiana di settore, raggiungibile grazie alla nutrita presenza delle aziende nazionali nella fiera, contribuisce a sostenere il primato dell’oro Made in Italy, in un momento in cui la leadership nazionale accusa i colpi della crisi mondiale dei consumi ed a valorizzare l’immagine del prodotto Made in Italy nel mondo quale garanzia di unicità ed eccellenza.

Assocoral_Muti (2)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *