di


A Ginevra da Christie’s il Fancy Vivid da 16.08ct. Pronti per un nuovo record

Il 10 novembre a Ginevra, nella seduta d’asta 1411 andrà all’incanto il Fancy Vivid una pietra considerata “estremamente rara” perché appartiene alla categoria dei diamanti rosa che rappresenta appena lo 0,03% della produzione annuale mondiale di diamanti. Vista la loro esigua presenza, infatti, a parità di caratteristiche un diamante rosa vale tra le 10 e le 100 volte un equivalente bianco.

Il Fancy Vivid con taglio a cuscino, pesa 16,08ct ed è montato in una doppia cornice diamantata su di un anello in platino e oro. Accompagnato dalla relazione del GIA Gemological Insitute of America, il diamante è stato catalogato per chiarezza come VVS2 per la massima purezza del colore. Come base d’asta il lotto 409 è stimato tra i 22,693,029 e i 27,850,535 milioni di dollari.

I diamanti rosa hanno una provenienza precisa per oltre il 90% del mercato mondiale: le miniere di Argyle, nella regione di Kimberly nel nord ovest dell’Australia (mentre solo occasionalmente sono stati ritrovati in India, Brasile, Indonesia e Sud Africa), un unicum al mondo per caratteristiche e produzione.

argyle mine

Esplorata a partire dal 1969, in seguito alla scoperta fortuita di alcuni diamanti portati alla luce dal laborioso lavoro di intere colonie di formiche, la miniera divenne realmente operativa alla fine del 1985, con l’estrazione a cielo aperto integrata dopo il duemila dall’estrazione sotterranea che ha avuto inizio nel 2013 attraverso un circuito di circa 40km di gallerie che attraversano la vena di lamproite sulla quale si sono formati i diamanti. Questi scavi consentirebbero una produzione di circa 20 milioni di carati con una previsione di estrazione fino al 2020.

Josephine Johnson, direttore di Argyle rispetto alla rarità di queste pietre ricorda che: “i diamanti si sono formati all’incirca 1,6 miliardi di anni e che la loro purezza è ottenuta per mezzo di una grande pressione degli strati terrestri e che nel caso dei diamanti rosa è stata ancora più forte”.

Le rare produzioni delle miniere di Argyle (si stima che per ogni milione e mezzo di grezzo di prodotto, solo un carato si ricava per le aste) richiamano i maggiori diamantaires del mondo che sono selezionati ed invitati a partecipare a rigorosissime gare d’acquisto, strutturate secondo una precisa scaletta di tempi e modalità. La lista dei partecipanti non è mai resa nota come neppure il luogo specifico all’interno della città selezionata, che viene segnalato ai partecipanti poco prima dell’evento, per evitare di mettere a rischio la presenza esclusiva dei rarissimi diamanti presenti in numero cospicuo (tra i 30 e gli 80 insieme).

Dal 1995 al 2014, il 95% delle pietre rosa estratte e messe in gara hanno avuto una caratura entro i 2,00 ct. mentre solo il 5% ha raggiunto valori più alti. Tutto questo costituisce la base per la valutazione del Fancy Vivid di Christie’s, che rappresenta un importante se non unico del suo genere.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *