di


49esima edizione: Bangkok Gems Jewelry Fair

Icona fieristica del mondo delle gemme e dei gioielli, la 48esima edizione di Bangkok Gems & Jewelry Fair, con i suoi risultati in termini di numeri (+20% dei visitatori) e qualità dei contenuti, conferma l’importanza della Thailandia nel panorama orafo internazionale. Non soltanto perché nei primi 8 mesi del 2011 le esportazioni di pietre e preziosi dal paese sono cresciute del 30%, ma anche perché l’appuntamento ormai consolidato con l’evento fieristico racchiude al proprio interno una fetta di business consistente che unisce molte regioni chiave del settore. Lo dimostra la varietà dell’offerta degli espositori: forte la presenza dell’Asia-Pacifico (55 stand da Hong Kong, 20 dalla Cina continentale e altrettanti dall’India; altri provenienti dallo Sri Lanka, Myanmar, Vietnam, Laos, Cambogia e Malesia), ma anche delegazioni provenienti da Pakistan, Russia, Nepal, al quale sarà dedicato, dalla prossima edizione, un intero padiglione, così come ce ne sarà uno per le aziende israeliane (il paese è stato presente quest’anno con una delegazione dell’Idi-Israel Diamond Institute). A febbraio (la prossima edizione si svolgerà dal 9 al 13) parteciperanno per la prima volta al BGJF anche espositori provenienti da Corea del Sud e Belgio.

«Le esportazioni sono cresciute e si prevede che quest’anno il valore totale del commercio estero della Thailandia relativo a gemme e preziosi supererà i 12 miliardi di dollari – ha detto il viceministro del Commercio Siriwat Kajohnprasat che ha presieduto l’inaugurazione della 48esima edizione -. Ci si attende che con questi risultati l’export del paese gli permetta di essere inserito tra i primi 11 esportatori di pietre preziose e gioielli». Il tema dell’ultima edizione è stato “Save the Earth”: il rispetto per l’ambiente e della natura è stato il filo conduttore degli allestimenti (il Design Pavilion si è infatti ispirato all’aspetto delle celle solari fotovoltaiche), della progettazione e di molte iniziative all’interno dei padiglioni espositivi. Grande flusso di visitatori è stato registrato sia nelle aree dedicate all’argento (di cui la Thailandia è attualmente il primo esportatore al mondo) e all’oro, sia verso quelle dedicate alle gemme e in particolare ai diamanti. Anche il modulo “Iva zero” ha attirato l’attenzione con le sue gemme grezze provenienti da tutto il mondo ed importate in regime di esenzione dai dazi doganali e dall’imposta sul valore aggiunto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *